Capodanno cinese
23 gennaio 2012

Io sono del segno del Maiale, una garanzia… non si butta niente…

capodanno cinese anno dragoIl 23 gennaio 2012 si festeggia il capodanno cinese che decreta la fine dell’anno del Coniglio e l’inizio di quello del Drago.

Il Drago, unico animale mitologico tra i dodici dello zodiaco cinese, è associato alla forza, alla salute, all’armonia e alla fortuna. Per questo l’anno del Drago è considerato foriero di eventi straordinari e importanti cambiamenti, per lo più positivi. In Cina i draghi vengono posti al di sopra delle porte o sui tetti per tenere lontani demoni e spiriti maligni.

La Festa di primavera o capodanno lunare, generalmente conosciuto in occidente come capodanno cinese, è una delle più importanti e maggiormente sentite festività tradizionali cinesi e segna l’inizio del nuovo anno secondo il calendario cinese. Viene celebrata in molti paesi dell’Estremo Oriente, in particolare Corea, Mongolia, Nepal, Bhutan, Vietnam e Giappone e anche nelle innumerevoli comunità cinesi sparse in tutto il mondo.

Quello tradizionale cinese è un calendario lunisolare, dove i mesi iniziano in concomitanza con ogni novilunio, di conseguenza la data d’inizio dell’anno può variare di 29 giorni e può cadere fra il 21 gennaio e il 19 febbraio del calendario gregoriano (coincidendo con la seconda, o raramente terza, luna nuova dopo il solstizio d’inverno). A partire da questa data i festeggiamenti per il nuovo anno durano per quindici giorni e si concludono con la Festa delle lanterne.

Ogni anno è contraddistinto da un segno animale dell’astrologia cinese e da un ramo terrestre (elemento della cultura cinese utilizzato nel sistema di numerazione del tempo detto Ganzhi) che fanno parte di un ciclo di dodici elementi. Il capodanno determina il passaggio da uno all’altro di questi elementi.

Le tradizioni del capodanno cinese che prevedono l’uso di decorazioni rosse, l’esplosione di fuochi d’artificio e l’esibizione della Danza del leone derivano dai riti popolari per scacciare il Nian, mostro mitologico simile a un leone, che secondo un’antica leggenda esce dalla sua tana una volta all’anno per mangiare esseri umani, soprattutto bambini e che è spaventato dai forti rumori e terrorizzato dal colore rosso.
Segni di protezione dal Nian sono anche l’usanza di vestirsi di rosso e di scambiarsi lettere con buste rosse.

Categorie: eventi · leggende
Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Scrivi un commento