foto di Elena Fiorio - Burano maggio 2009
Subway Letteratura
23 giugno 2011

Quella di quest'anno è la decima edizione di Subway Letteratura, manifestazione letteraria nata a Milano per promuovere la creatività e premiare il talento di scrittori e poeti esordienti, rigorosamente under 35, pubblicando e distribuendo gratuitamente le loro opere in tutta Italia.

La distribuzione gratuita dei libretti Subway Letteratura 2011 delle opere vincitrici, tutte introdotte da una prefazione d’autore a firma di uno dei membri della giuria, è iniziata anche quest'anno a Milano.

Gli ormai famosi Juke-Box Letterari sono presenti dal 16 giugno al 7 luglio nelle stazioni della metropolitana milanese e si trasferiranno successivamente nelle altre città del sempre più ampio circuito Subway (Bologna, Napoli, Palermo, Roma, Treviso e Venezia).

La tiratura complessiva dei 19 volumetti, stampati su carta riciclata al 100%, supera quest’anno i 5 milioni di copie.

Il comitato che ha selezionato le opere vincitrici è composto da Davide Franzini e Oliviero Ponte di Pino (curatori della manifestazione) e da: Andrea Bajani, Erica Berla, Caterina Bonvicini, Massimo Cacciapuoti, Roberto Carnero, Alessandra Casella, Pepa Cerutti, Maurizio Cucchi, Roberto Deidier, Luca Doninelli, Davide Federici, Giulia Ichino, Lucrezia Lerro, Paola Loreto, Francesco Lucioli, Raul Montanari, Enrico Palandri, Andrea G. Pinketts, Davide Rondoni, Stefano Salis, Alberto Samonà, Flavio Soriga, Francesco Paolo Ursi e Alessandro Zaccuri.

Questi i 12 scrittori, gli 8 poeti e i 13 illustratori che si sono aggiudicati il diritto di pubblicazione e distribuzione nazionale delle proprie opere:
Poeti
Anna Ruotlo, Antonio Pensiero, Silvia Patrizio, Francesco Iannone, Nicoletta De Angelis, Enzo Comin, Riccardo Fabiani, Viola Marongiu.
Scrittori
Maria Di Piazza, Elena Tea Russo, Francesca De Pascale, Loredana De Vitis, Francesco Cancellato, Astrid Mazzola, Susanna Combusti, Elena Cattaneo, Daniela Zuccotti, Giovanni Locatelli, Martina Botti
(Under 19), Luigi Fattore (Premio 80anni di ATM).
Illustratori
Sergio Di Petrillo, Daniele Fabiani, Simona D'agostino, Margherita Morotti, Anna Paola Bevilacqua, Graziano Leoni, Mariagiovanna Di Iorio, Licia Martina Tommaso, Adriano Berera, Annalisa Cocozza, Silvia Mauri, Ilaria Rebecca Lamanna, Salvatore Zanfrisco.


www.subway-letteratura.org

Per visualizzare eventuali immagini legate a questo post cliccare qui.


Commenti
Categorie: eventi · lettura
Tags: , , , , , , , , ,

Kukuxumusu
21 giugno 2011

Mi sono imbattuta in un vestito Kukuxumusu a Tarragona nell’agosto 2009… ed è stato mio… un fantastico groviglio di mostriciattoli color carta da zucchero...

Kukuxumusu, una fabbrica di idee e disegni.

Kukuxumusu è la trovata di tre amici di Pamplona  messa in atto per guadagnare qualche soldo da investire in vino durante i festeggiamenti di San Fermin.
L’idea ha preso forma durante un viaggio in Australia che i tre amici Mikel, Koldo e Gonzalo hanno fatto nel 1989.
Il progetto iniziale era decisamente minimale: vendere per strada t-shirts durante i giorni di festa e bersi di litro in litro tutti i ricavati.
A parte qualche incidente di percorso la trovata cominciò ad avere successo.
Poco a poco quella che era semplicemente una "idea divertente" si trasformò in un "progetto interessante".
Altre persone sono state coinvolte e la storia è cresciuta fino a diventare quello che è oggi Kukuxumusu.
Ovviamente il progetto continua a divertire i tre amici di Pamplona e il vino continua a piacere loro molto!

Kukuxumusu, “bacio di pulce” in lingua basca, partorisce idee bizzarre creando disegni per t-shirts e un’infinità di altri prodotti: borse e zaini, penne, asciugamani, quaderni, ombrelli, copriwater, tende da bagno, occhiali, caschi da moto e persino elicotteri.
Kukuxumusu è l'insieme di tante e varie cose, generalmente divertenti. O almeno questo è il suo obiettivo.

Dicono di loro stessi:
“A seconda del punto di vista, possiamo sembrarti una cosa o esattamente un’altra. Quello che ci è fermamente chiaro è che ci diverte quello che realizziamo, e facciamo quello che facciamo soprattutto per divertirci.”

www.kukuxumusu.com

Per visualizzare eventuali immagini legate a questo post cliccare qui.


Commenti
Categorie: abbigliamento · oggetti
Tags: , , , , , , ,

“La donna delle rose” di Charlotte Link
17 giugno 2011

"E Helene rimase con lui fino alla fine?" (…)
"Lei tenne duro. Dio solo sa chi o che cosa le diede la forza. Io non ce l’avrei fatta. Non conosco nessuno che ce l’avrebbe fatta. Erich morì lentamente, fra atroci sofferenze, e lei non solo rimase al suo fianco, ma portò a termine il suo piano con decisione ferrea. Io pensavo per tutto il tempo: ora cederà, non potrà andare fino in fondo, chiamerà un medico, soltanto un mostro potrebbe negargli aiuto in questo momento. E Helene non era un mostro. Era una donna instabile, sentimentale, piuttosto piagnucolosa, che passava dai lamenti ai piagnistei e faceva sempre in modo che fossero gli altri a levarle le castagne dal fuoco e a prendersi cura di lei. Non era in grado di prendere da sola una decisione del genere e di assumersi una simile responsabilità. Invece tenne duro e assistette all’agonia di Erich, senza fare niente, assolutamente niente, per impedirne la morte."

"… noi in effetti abbiamo salvato Pierre, un giovane prigioniero di guerra francese, che era stato sfruttato e tormentato da Erich per anni. Penso che nessuno condannerebbe quello che abbiamo fatto. Ma so che non è stata la fedeltà di Erich a Hitler il motivo che ci ha indotte a lasciarlo morire, e neanche il pensiero di Pierre. Helene voleva liberarsi di lui. Aveva sposato l’uomo sbagliato e non sapeva in che modo mettere fine alla storia. Ora le si offriva una possibilità, e lei ne ha approfittato subito. E’ molto semplice, e tutt’altro che eroico. Un uxoricidio bell’e buono, che non aveva niente a che vedere con la guerra, la persecuzione o le esigenze del momento. Niente di niente."

"… lei ha descritto il movente di Helene, ma quale era il suo?" (…)
"Il mio movente era la vendetta. Vendetta per l’occupazione della mia isola, vendetta per i miei genitori costretti ad andarsene, vendetta per gli anni che lui aveva trascorso nelle mia casa senza averne diritto. Non lo avrei ucciso di mia iniziativa, ma non vedevo alcun motivo per impedire la sua morte."

"Che cosa pensa di noi, di me, di Helene e di quello che abbiamo fatto. Ai suoi occhi è stato un omicidio? Lei pensa che siamo state due assassine?"

Per visualizzare eventuali immagini legate a questo post cliccare qui.


Commenti
Categorie: lettura
Tags: , , , , , , ,

Referendum
13 giugno 2011

Referendum 12/13 giugno 2011: tutti i risultati.

Ha votato il 57% degli aventi diritto. Il successo dei SI tocca il 95%, un successo travolgente, sperato e cercato, percepito già da domenica sera, ma comunque sorprendente nel momento della rivelazione.

L’entusiasmo dei comitati promotori e degli elettori esplode nelle piazze e su internet non solo per i risultati ma anche per il "vento nuovo" di partecipazione.

Quelle che arrivano dal Ministero dell'Interno sono percentuali di assoluta rilevanza, con il quorum raggiunto e superato per la prima volta dal 1995.

Gli Italiani sono stati d'accordo nel bocciare alcune norme in vigore e hanno detto addio alla privatizzazione dell'acqua, al nucleare e al legittimo impedimento.

Referendum n. 1. Sui servizi pubblici locali ha votato SI il 95,84% degli elettori e  NO il 4,16%. Totale votanti: 57,04%.
Referendum n. 2. Sulla tariffa del servizio idrico ha votato SI il 93,32% degli elettori e NO il 3,68%. Totale votanti: 57,05%.
Referendum n. 3. Sul nucleare ha votato SI il 94,75% degli elettori e NO il 5,25%. Totale votanti: 57,01%.
Referendum n. 4. Sul legittimo impedimento ha votato SI il 95,15% degli elettori e NO il 4,85%. Totale votanti: 57 %.

www.greenme.it

Per visualizzare eventuali immagini legate a questo post cliccare qui.


Commenti
Categorie: ambiente · politica
Tags: , , , , ,

Festa arancione
31 maggio 2011

Anche questa volta c'ero... finalmente qualcosa da festeggiare...

Festa della liberazione arancione in piazza Duomo a Milano. 30 maggio 2011.

Giuliano Pisapia è il sindaco di Milano e il popolo arancione, riunito dal primo pomeriggio in piazza Duomo per seguire l'esito del ballottaggio è esploso in un lungo e fragoroso applauso quando sul maxischermo sono apparsi i risultati.

La città si è colorata di arancione, migliaia di persone hanno raggiunto il centro per festeggiare il nuovo primo cittadino. E’ un happening di decine di migliaia di persone che cantano, ballano e fanno festa.

Dopo tante manifestazioni contro la gioia di una piazza per.
"Milano è già cambiata, perché non aveva più emozioni" dice Pisapia.

“Grazie è la prima parola che mi viene a mente: dieci, cento, mille volte grazie” questo ha voluto dire il nuovo sindaco di Milano a chi è venuto a festeggiarlo in piazza. “Non lasciatemi solo perché abbiamo scoperto che insieme siamo fortissimi. Sarò il vostro sindaco, sarò il nostro sindaco”.

www.pisapiaxmilano.com

Per visualizzare eventuali immagini legate a questo post cliccare qui.


Commenti
Categorie: eventi · politica
Tags: , , , , , , ,

Èvento
28 maggio 2011

Io c’ero… la pioggia anche… ma ne è valsa la pena…

Èvento - Grande chiusura della campagna elettorale di Giuliano Pisapia.

Dal sito pisapiaxmilano:

Èvento
Grande chiusura della campagna elettorale di Giuliano Pisapia
Piazza Duomo Milano - venerdì 27 maggio ore 19.30 - 23.30

Tutti voi che, come noi, avete un sogno, non potete mancare.

Saranno con noi:
Elio e le Storie Tese
Daniele Silvestri
Giuliano Palma & The Bluebeaters
Antonio Cornacchione
Lella Costa
Paolo Rossi
Gioele Dix
Deborah Villa
Arianna Scommegna

presenta la serata Claudio Bisio.

Teniamoci per mano e prendiamoci Milano!

www.pisapiaxmilano.com

Per visualizzare eventuali immagini legate a questo post cliccare qui.


Commenti
Categorie: eventi · musica · politica
Tags: , , , , , , , , , , ,