foto di Elena Fiorio - Burano maggio 2009
Avocado Stone Faces
24 luglio 2017

Esci da questo nocciolo...


Jan Campbell, creatrice di Avocado Stone Faces, vive nell'ovest dell'Irlanda e ha iniziato a scolpire noccioli di avocado per hobby nel 2014.
Nelle sue sapienti mani semplici noccioli di avocado si trasformano in straordinarie sculture in miniatura ispirate al folklore celtico.

Nel sito la giovane artigiana racconta come un giorno aprendo un avocado maturo sia stata colpita dal suo nocciolo perfettamente integro simile a una pietra e di come decise istintivamente di non buttarlo via ma di lavarlo e metterlo nella tasca del suo impermeabile. Nei giorni successivi, durante una passeggiata in campagna sotto una leggera pioggia ritrovò il nocciolo nell'impermeabile e tenendolo a lungo nel palmo della mano avvertì che era un oggetto capace di rassicurarla come un animale segreto che dimorava nella sua tasca. Il nocciolo rimase così nella tasca ancora per settimane sino a quando si accorse che la sua superficie era stata graffiata, forse da delle chiavi. Un pigmento arancione aveva riempito il graffio e la sensazione fu quella che l'animale segreto chiedesse di essere tirato fuori dalla pietra. Iniziò così l'intaglio del primo nocciolo di avocado, il primo di una lunga serie.

www.avocadostonefaces.com
www.instagram.com/avocadostonefaces

Per visualizzare eventuali immagini legate a questo post cliccare qui.


Commenti
Categorie: creatività · oggetti · scultura
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Chocolatexture
25 marzo 2017

Golose geometrie nipponiche...


Chocolatexture è un progetto del 2015 dello studio giapponese di design Nendo.
Comprende nove cioccolatini, realizzati all'interno di una gabbia cubica di 26 millimetri per lato, che sono veri e propri elementi di design con forme appuntite, smussate, piene o cave e superfici lisce o ruvide. Ognuno ha un nome onomatopeico che suggerisce la struttura o la sensazione della texture.

Tubu-tubu, piccole gocce
Sube-sube, angoli lisci e smussati
Zara-zara, sferette allineate
Toge-toge, forme appuntite
Goro-goro, piccoli cubi collegati
Fuwa-fuwa, arioso e forato
Poki-poki, cornice di cubo con bastoncini
Suka-suka, cubo cavo con pareti sottili
Zaku-zaku, barre sottili che formano un cubo

Cioccolatini fatti con la stessa materia prima e texture diverse che creano percezioni gustative differenti. A dimostrazione che tra i molti fattori che determinano il sapore di un alimento c'è anche la forma.

Nel 2016 segue il progetto Chocolatexturebar, una singola tavoletta di cioccolato la cui superficie è suddivisa in 12 aree con superfici differenti. Ogni quadrotto offre una diversa dimensione del gusto determinato dalle texture tridimensionali fatte di punti, righe, scacchi, onde e zig-zag. Le tavolette sono proposte in cinque sapori: cioccolato bianco, al latte, fondente, alla fragola e al tè matcha.



www.nendo.jp/chocolatexture
www.nendo.jp/chocolatexturebar

Per visualizzare eventuali immagini legate a questo post cliccare qui.


Commenti
Categorie: cibo · creatività
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,